Exit

Torna come di consueto l’appuntamento con le anteprime dei grandi festival del cinema europei. Dal 16 al 21 giugno Le vie del cinema proporrà in anteprima nazionale sette pellicole protagoniste dell’appena concluso 71° Festival di Cannes.

Ricordiamo che Le vie del cinema sono ormai da anni un appuntamento fisso dell’estate cinematografica milanese, un evento che riscuote un successo straordinario che va di anno in anno migliorandosi.

Vediamo insieme quali sono le sette anteprime di quest’anno:

SHOPLIFTERS di Hirokazu Kore-eda – Palma d’Oro

In un umile appartamento vive una piccola comunità di persone, che sembra unita da legami di parentela. Così non è, nonostante la presenza di una nonna (ma lo è solo nell’appellativo) e di una coppia, formata dall’operaio edile Osamu e da Nobuyo, dipendente di una lavanderia. Quando Osamu trova per strada una bambina che sembra abbandonata dai genitori, decide di accoglierla in casa. Ben presto però la verità e i segreti che la bambina si porta in dote vengono alla luce.

CAPHARNAUM di Nadine Labaki – Premio della giuria

Il racconto prende inizio con il piccolo Zain che si reca in tribunale perché vuole fare causa ai genitori per averlo messo al mondo. Con una serie di flashback il film mostra la vita orribile che il bambino ha vissuto fino a quel momento, tra povertà, fughe, abbandoni e desolazione.

COLD WAR di Pawel Pawlikowski – Premio alla miglior regia

L’amore ai tempi della Guerra Fredda, un amore difficile, travagliato. Wiktor e Irena cercano di ripartire, di voltare pagina, e recuperare lo spirito della propria Nazione. Girano il Paese con l’obiettivo di “reclutare” giovani ragazze di bella presenza che sappiano anche ballare e cantare. Il loro desiderio è quello di recuperare alcuni pezzi di repertorio provenienti dalla musica popolare polacca. È in questo tour che Wiktor conosce la bellissima e talentuosa Zula e se ne innamora. L’avvento dell’influenza dell’Unione Sovietica complicherà il tutto…

TRE VOLTI di Jafar Panahi – Premio alla miglior sceneggiatura

Una celebre attrice iraniana riceve il video delirante di una ragazza che implora il suo aiuto per fuggire un destino che non è il suo. Marziyeh sogna di fare l’attrice ad ogni costo, anche a quello di suicidarsi. Allevata in un villaggio di montagna e nel rispetto delle tradizioni, la ragazza è allieva del conservatorio a Teheran ma un fratello autoritario e aggressivo la costringe a una vita rispettosa delle regole. Almeno fino a quando l’attrice non si mette in viaggio per raggiungerla e stabilire la verità sulla natura reale o simulata del suo suicidio.

EN GUERRE di Stephan Brizé

Dopo aver promesso a 1.100 operai che i loro posti di lavoro sarebbero stati salvi, i dirigenti di una fabbrica decidono improvvisamente di chiudere i battenti. Laurent, uno degli operai, si batte in prima fila contro questa decisione, conducendo una lotta sindacale senza esclusione di colpi per reclamare diritti e dignità dei lavoratori.

TODOS LO SABEN di Asghar Farhadi

Laura è una donna con una storia singolare alle spalle, che l’ha portata ad affrontare molte difficoltà nel corso della sua vita. Il bagaglio di esperienze che la donna trascina con sé è carico di decisioni difficili che, coinvolgendo inevitabilmente altre persone, ora continuano a tormentarla. Ma il vero peso che grava sulla sua esistenza è un terribile segreto con il quale convive ormai da anni.

e per finire, dalla Quinzaine des Réalisateurs, arriva

LA STRADA DEI SAMOUNI di Stefano Savona – Miglior Documentario

Nella periferia rurale di Gaza City una piccola comunità di contadini, la famiglia Samouni, si appresta a celebrare un matrimonio, la prima festa dopo la fine della guerra. Amal, Fouad, i loro fratelli e cugini hanno perso i loro parenti, le loro case. Il quartiere adesso è in fase di ricostruzione, si piantano gli ulivi e si lavora ai campi distrutti dai bombardamenti ma il compito più difficile è un altro: ricostruire le loro memorie.  Alternando sequenze di documentario e di animazione, seguendo il filo dei ricordi, “Samouni Road” racconta un ritratto di famiglia prima, dopo e durante i tragici avvenimenti che hanno cambiato per sempre le loro vite.

I film, come di consueto in versione originale con sottotitoli in italiano, saranno presentati in sala da critici e giornalisti.

Costo del biglietto intero: 6,50 euro

Prevendite online e alle casse dei cinema coinvolti da martedì 12 giugno.

Qui trovate il programma completo.

I cinema partecipanti saranno: Anteo Palazzo del Cinema, Palestrina, Beltrade, Centrale, Ariosto Spaziocinema, Plinius multisala, Colosseo multisala, Arcobaleno FilmCenter, Orfeo, Mexico, Eliseo multisala, Ducale multisala e Arlecchino.

Inoltre dal 19 al 27 settembre Le vie del cinema porterà nelle sale di Milano e Lombardia i film della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia oltre a una selezione di opere da Locarno Festival, Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro e Bergamo Film Meeting.

Le vie del cinema è un progetto promosso da Agis lombarda con il sostegno del Comune di Milano, con il patrocinio di Regione Lombardia.

Seguici e condividi su Facebook:
Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial