Exit

Il cinema sta cambiando giorno dopo giorno. Questa metamorfosi cinematografica può essere spiegata evidenziando le sue cause: una disaffezione per la sala, dovuta in gran parte all’aumento dei prezzi, e l’avvento di Netflix nel 2015 seguito da altre concorrenti come Amazon, Chili Tv, Tim Vision, ovviamente senza dimenticare la grande diffusione nel nostro paese di Sky e Mediaset Premium. La tendenza è chiara: comodità e qualità. Il consumo casalingo di prodotti seriali o cinematografici è cresciuto a dismisura negli ultimi cinque anni e sembra proprio non fermare la sua corsa.

Il cinema, come si diceva qui, sta correndo verso una forma di fidelizzazione alla sala valorizzandone l’esperienza e l’atmosfera. All’interno di questo palcoscenico, che appare così desolante, troviamo però una grande iniziativa: MovieDay. Si tratta di una Start Up nata nel 2015 con un obiettivo chiaro e semplice: portare in sala il cinema indipendente, l’inedito o il cult. Un’operazione popolare di grande efficacia che consente ad ogni spettatore di poter vedere o rivedere un determinato film in sala.

Il funzionamento è davvero molto semplice: chiunque può scegliere il film, l’ora, la data e il cinema, fatto questo si avvia l’evento e al raggiungimento del numero minimo di spettatori (che varia da cinema a cinema) la proiezione è confermata. Nel caso non si raggiungesse il numero richiesto, i soldi del biglietto vengono immediatamente rimborsati. Il fondatore della Start Up ha spiegato, in un’intervista al Fatto Quotidiano, che l’incasso è spartito tra il cinema (50% del biglietto), la produzione del film (30%) e MovieDay (20%). Un sistema che accontenta un po’ tutti.

L’idea è importante non solo per il pubblico, che ha così la possibilità di vedere il film desiderato in sala, ma il più grande risultato ottenuto da questa piattaforma è stato quello di riuscire a dare uno spazio sul grande schermo a registi, documentaristi, autori che hanno creduto in progetti e produzioni indipendenti e che, contro ogni aspettativa, hanno riempito le sale.

In poche parole, come recita la loro tag-line:

“Non vogliamo cambiare il mondo, ma solo il modo di vederlo.”

MovieDay collabora attualmente con oltre 230 cinema in tutta Italia, di cui una ventina nella sola Città Metropolitana di Milano.

 

Per ulteriori informazioni clicca qui: Movieday

Seguici e condividi su Facebook:

About

Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial