Exit

Qualche giorno fa in un momento di noia, mentre scorrevo passivamente i post in evidenza che Instagram sostiene possano interessarmi, mi sono imbattuta in Evgeny Ches, uno street artist di Mosca.

Ches è l’autore diversi graffiti in aree abbandonate della città e vanta la realizzazione di splendidi e giganteschi murales come quello di Astana, in Kazakhistan.
Si dedica inoltre alla creazione di tele e stampe che vedono come protagonisti soggetti tipici della pop culture contemporanea, quali Super Mario, Mikey Mouse e Spongebob. Pur non essendo lavori particolarmente complessi, restituiscono una freschezza e un’immediatezza visiva che li rendono, a mio parere, godibili e accattivanti.

Le opere che però ho trovato davvero affascinanti e originali sono i suoi cellograffiti che, come suggerisce la definizione, sono dei graffiti realizzati su basi in cellofan.
L’effetto è davvero divertente in quanto visti da lontano sembrano delle apparizioni in realtà aumentata, perfettamente inserite nello spazio circostante che, in questi casi, è solitamente un ambiente naturalistico o comunque lontano dai consueti spazi cittadini.
Accade dunque che l’arte più urbana che ci sia venga trapiantata fuori dal suo contesto natio, dando vita a modalità di fruizione inedite e schiudendo scenari inaspettati.


Le fotografie sono state prese da: http://evgenyches.com/

Infine, decisamente molto interessante, è la possibilità di poter osservare come l’artista lavora, in quanto Ches ama documentare la sua attività e mostrare il work in progress dei propri graffiti, postando sui suoi canali ufficiali brevi video documentari.

 

 

Seguici e condividi su Facebook:
Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial