Exit

Tre anni fa, nel luglio del 2015, il governo francese ha deciso di aprire un centro d’accoglienza per profughi nel piccolo paese di Saint-Martory (solo 900 abitanti).

Un anno dopo, nell’estate 2016, i primi cinquanta migranti vengono ospitati nel centro, suscitando paura e timori nella popolazione.

In ottobre, ognuno degli abitanti di Saint-Martory trova una lettera nella posta. L’autore è Patrick Willocq e la lettera invitava tutti gli abitanti a far parte di un progetto fotografico e artistico davvero particolare: interpretare se stessi in alcuni tableux vivants.

Queste le parole del fotografo al termine del progetto:

L’obiettivo del progetto era capire come comunità così diverse possano imparare a vivere insieme. Chi era contro la presenza dei migranti non ha cambiato idea, ma siamo riusciti a superare alcuni stereotipi e a sensibilizzare chi era del tutto indifferente

 

Paracadutati un bel giorno

 

Il ponte dei popoli

 

E la vita continua

 

Segui Patrick Willocq anche su Instagram!

Seguici e condividi su Facebook:
Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial