Exit

Ore 4.22 del mattino, si è da pochi minuti conclusa la conferenza Sony di questa E3 2018 e per quanto mi possa sforzare so che difficilmente non sarò di parte nel commentarla.
Microsoft ieri dopo un 2017 davvero insapore ci aveva regalato una buona conferenza, con poche esclusive ma un numero interessante di giochi di qualità. Sony però stravince ancora una volta il confronto, e lo stravince perchè dalla sua ha studi e game designer capaci di produrre titoli di qualità che generano hype anche solo ascoltando le introduzioni musicali.
Non sono state moltissime le novità e le sorprese, ma se ti presenti con quattro titoli come TLOU2, Death Stranding, Spiderman e Ghost of Tsushima non ti servono nemmeno.
Probabilmente questa E3 rappresenta il picco di questa 4a generazione Playstation: gli sviluppatori stanno sfruttando tutte le potenzialità della console e in questi ultimi anni prima dell’arrivo di un’ancora non annunciata Playstation 5 sono pronti a far esplodere i fuochi d’artificio, com’era stato in precedenza con TLOU a fine corsa della play 3 e Metal Gear 3: Snake Eater per la play 2.

The Last of Us Part II

A scanso di equivoci, per dare subito l’impronta della serata, Sony si presenta facendo esordire uno dei suoi cavalli di razza più attesi: The Last of Us Part II.
Gustavo Santaolla ci ipnotizza con il tema principale del gioco, poi la musica lascia spazio alle immagini e alla prima inquadratura di una Ellie cresciuta rispetto al primo capitolo, possiamo constatare che i ragazzi di Naughty Dog non hanno dimenticato la consueta cura del dettaglio, le tematiche sociali e l’impronta registica autoriale che li contraddistingue.
Segue un’abbondante porzione di gameplay in cui ogni pixel trasuda realismo e quella violenza che il team ci aveva anticipato nelle poche indicazioni pre E3.
Nessuna data di uscita ancora, solo la certezza che probabilmente ci troveremo davanti ad uno dei migliori videogiochi mai realizzati.

 

Ghost of Tsushima

Il titolo di Sucker Punch si è mostrato in un lungo video gameplay, messo in risalto da una veste grafica indubbiamente di ottima fattura. Ci viene offerta una panoramica dell’ambientazione, degli spostamenti a cavallo e soprattutto dei combattimenti che appaiono fluidi e naturali.
Uno dei titoli più interessanti del panorama futuro, peccato che anche per questo non sia stata comunicata una data di uscita.

 

Control 

Control è il nuovo titolo di Remedy, gli autori di Alan Wake e Quantum Break, ed è stato presentato con un trailer durante la conferenza Sony all’E3 2018. È dunque questo il misterioso Project 7 a cui il team di Sam Lake stava lavorando.

 

Resident Evil 2

La vera chicca, per quanto mi riguarda, è stato l’annuncio del remake di quello che ritengo il miglior Resident Evil dell’intera saga. Certo, anche il terzo capitolo con “il” Nemesis ha traumatizzato molti di noi, ma le atmosfere e le avventure vissute all’interno del distretto di Raccoon City hanno segnato inesorabilmente i cuori di noi affezionati.
Non vediamo l’ora di poter tornare a vestire i panni della recluta Lion al suo primo giorno di lavoro, ed il 25 gennaio 2019 non è poi così lontano!

 

Death Stranding

Da diversi anni ormai i fan chiedevano una sola cosa: poter assistere a qualche minuto di gameplay del nuovo titolo di Kojima Productions (considerato che la data di release è ancora lontana).
Hideo Kojima ci accontenta offrendoci una panoramica di molte delle ambientazioni che potremo esplorare e assistendo alle tante possibilità di spostamento che il gioco sembra offrire. Dopo qualche minuto la storia torna a prendere il sopravvento e durante le cutscene vengono introdotte le due nuove figure femminili, interpretate da Léa Seydoux e Linsday Wagner, a conferma della qualità straordinaria del cast.
Nei minuti finali possiamo constatare quanto sembri ancora determinante la componente stealth, e questo per chi è cresciuto con la saga più importante del maestro, non può che far piacere.

 

Spiderman

Per quanto mi riguardava fino ad oggi il mondo comic nei videogiochi si limitava alla trilogia di Arkham con protagonista Batman targata Rocksteady Studios, il resto era solo fuffa che con il mondo del gaming di qualità aveva poco da spartire.
Questa sera sono felice di poter accogliere un nuovo titolo, se già nello scorso appuntamento avevamo intuito di trovarci davanti ad un titolo di tutto rispetto, il gameplay mostrato questa sera non fa che rafforzarne la sensazione.
Le avventure dell’uomo ragno dopo la trilogia di Sam Raimi al cinema possano avere finalmente giustizia anche nel mondo videoludico!

Seguici e condividi su Facebook:
Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial