Exit

Il 23 ottobre del 1998 in Giappone e, soltanto un mese dopo nel resto del mondo, veniva messo in vendita il primo Game Boy Color che a differenza del suo predecessore aveva come grande innovazione lo schermo a colori.

Una grande innovazione nel mondo Nintendo sempre del 1998 fu l’introduzione dell’accessorio Game Boy Camera, che permetteva di scattare fotografie in bianco e nero e in risoluzione 128 px  × 123 px.
Due decenni dopo qualcuno ha deciso di aggiornare una Game Boy Camera collengandole un teleobiettivo con una focale considerevole. Contro ogni pronostico il tentativo è funzionato veramente ed è stato possibile scattare foto a lunga distanza. Il congegno è stato realizzato dal designer Bastiaan Ekeler, che descrive il progetto in un post sul suo blog.

 

Bastiann Ekeler, ispirandosi ad un precedente lavoro di Tim Binnion, è riuscito infatti a progettare e costruire un adattatore che gli ha permesso di utilizzare un obiettivo Canon sul suo Game Boy Color, sfruttando la Game Boy Camera.
Tim Binnion, pioniere nell’uso della camera della consolle, si era presentato al Gran Premio di Cina con il suo Game Boy e un obiettivo per smartphone dotato di zoom che grazie ad un supporto stampato in 3D da lui stesso, gli permetteva di tenerlo fissato alla Game Boy Camera.

 

Il risultato delle fotografie è stato notevole, Tim che aveva dovuto piazzarsi nel punto più lento del Gran Premio per ottenere questi scatti, è stato ricompensato dalla viralità che le sue foto in breve tempo hanno raggiunto, impressionando per la creatività del fotografo e il look nostalgico che ha fatto breccia nel cuore di ogni appassionato videogiocatore.

 

Bastiann Ekeler come detto, ha invece collegato direttamente alla camera della consolle portatile Nintendo una lente Canon. Per riuscire nell’impresa Ekeler ha realizzato con una stampante 3D un adattatore, riuscendo a trasformare il Game Boy in una macchina fotografica con una lunghezza focale massima equivalente a oltre 3000mm nel formato 35mm.

 

Ekeler ha disassemblato la Game Boy Camera esponendone così il sensore, e vi ha assicurato il particolare adattatore stampato in 3D.

 

“Ho catturato gli scatti direttamente sul PC usando il progetto Arduino Gameboy Printer Emulator che ho trovato su github ad opera di Mofosyne. Ho tagliato a metà un cavo Game Boy Link e l’ho saldato direttamente su un prototipo Adafruit collegato ad un vecchio Arduino Duemilanove”. Ekeler

 

Il sensore della Game Boy Camera ha un’area di 3,6mm quadrati, che è pressoché equivalente ad un sensore di un quarto di pollice. Da ciò risulta un fattore di crop di 10,81: usando l’obiettivo Canon EF 70-200 assieme al moltiplicatore di focale 1,4x, Ekeler è riuscito ad ottene la lunghezza focale di 3026 millimetri.

Seguici e condividi su Facebook:
Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial