Exit

Circa un anno fa al See What’s Next di Roma, Netflix annunciava Luna Nera, una serie originale italiana che avrà come tema la stregoneria. Prodotta da Fandango, con una regia tutta al femminile contesa tra Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi e con protagonista Nina Fotaras già presente ne Il Nome della Rosa. Le riprese sono incominciate lo scorso 21 marzo e si sono suddivise tra Roma e Viterbo, tra Selva Del Lamone e Montecalvello. Luna Nera, tratta da un manoscritto inedito di Tiziana Triana, vedrà inoltre la sceneggiatura curata da Francesca Manieri (Il Miracolo), Laura Paolucci (L’amica geniale) e dalla stessa Triana.

La serie è il terzo prodotto Made in Italy su Netflix dopo Suburra e Baby, sarà ambientata nel XVII secolo e racconterà le vicende di un gruppo di donne accusate di stregoneria a cui si aggiungerà una giovane ragazza costretta a fuggire dal suo villaggio insieme al fratello più giovane, la quale verrà accolta proprio dal gruppo di donne. Come già anticipato alla presentazione, Luna Nera sarà una serie in costume e conterrà elementi fantasy.

“Stavamo cercando una serie che non fosse strettamente legata a temi come la mafia, la politica e la religione“.

Vogliamo creare contenuti diversi per ogni mercato di riferimento. In Italia prima abbiamo avuto Suburra e ora lavoriamo a Juventus, Baby e infine a Luna nera. Con il tempo stiamo cercando di coprire più generi.” ha detto Erik Barmack, vicepresidente Netflix degli International Originals. Barmack ha inoltre sottolineato come all’interno della serie vi sarà una fitta rete di personaggi e che i riferimenti alla mitologia profondamente radicati nelle leggende locali offriranno la possibilità di realizzare uno show unico in Italia.

La serie vedrà la luce sulla piattaforma di streaming Netflix nel 2020.

Seguici e condividi su Facebook:

About

Close
Go top
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial